Seleziona una pagina

Secondo me, per essere in grado di parlare di sigari Vintage bisogna avere la possibilità di visionare produzioni, libri, avere accesso a collezioni esclusive e, ovviamente, poter degustare sigari rari e/o discontinuati.

Nel corso degli anni ho avuto modo di acquisire conoscenze fondamentali nel mondo del vintage e di visionare sigari rarissimi e collezioni private esclusive.

Di seguito ho voluto inserire un breve sunto illustrato che può aiutare nel riconoscimento dei diversi tipi di sigilli di garanzia e marchi impressi a fuoco che si sono succeduti nel corso dei decenni nella produzione cubana.

I sigilli di garanzia

Union Seal 1889 – 1898

Questo sigillo aveva un ritratto di Cristoforo Colombo a destra e lo stemma di Spagna e Habana a sinistra. Fu introdotto nel 1889 quando Cuba era ancora sotto il controllo spagnolo e fu usato fino a quando la Spagna non cedette il controllo, dopo la fine della guerra ispano-americana, nel 1898.

Ogni fabbrica aveva il permesso di sovrastampare il proprio nome sui sigilli.

Union Seal 1898 – 1902

Questo sigillo proviene dall’ufficio del governatore provvisorio di Cuba, l’amministrazione provvisoria degli Stati Uniti.

Fu usato fino a quando Cuba ottenne l’indipendenza formale dagli Stati Uniti nel 1902.

Sigillo di garanzia 1902 – 1912

Questo sigillo di garanzia fu introdotto nel 1902 quando Cuba ottenne l’indipendenza dalla Spagna e rimase in uso fino al 1912.

È una modifica del precedente sigillo spagnolo. Lo stemma spagnolo è stato sostituito dallo stemma e dal sigillo della Repubblica di Cuba.

Sigillo di garanzia 1912 – 1931

Questo sigillo fu introdotto il 16 luglio 1912 dal nuovo governo cubano indipendente e rimase in uso fino al 1931. Ha uno stemma cubano semplificato e una scena di un campo di tabacco al posto del ritratto di Cristoforo Colombo.

Da questo sigillo in poi, le fabbriche non hanno più sovrastampato i propri nomi sui sigilli.

Sigillo di garanzia 1931 – 1961

Questo sigillo è una modifica del precedente e ha i bordi perforati (come un francobollo).

Venne stampato in quattro lingue con inchiostro verde scuro e incollato alle scatole.

Sigillo di garanzia 1962 – 1999

Questo sigillo è simile al sigillo precedente ma senza perforazioni. Nel corso degli anni, a causa dell’usura delle lastre di stampa, i nove operai visibili sul campo si sono ridotti, fino agli anni ’80 / ’90, quando solo cinque sono chiaramente visibili.

È stampato con una tonalità più chiara di inchiostro verde su un foglio bianco, in 3 formati noti (+/- 1 mm): 182 mm x 62 mm e 97 mm x 33 mm per le scatole e 60 mm x 20 mm per gli imballaggi di cartone.

I sigilli della scatola erano incollati e quelli della confezione erano autoadesivi.

L’immagine UV nascosta (erroneamente chiamata filigrana) si trova al centro e sopra il numero di serie. È una versione più grande dello scudo stampato.

Sigillo di garanzia 1999 – 2009/2011

Questo sigillo è stato introdotto alla fine del 1999. Ne esistono due dimensioni, 148 mm x 49 mm per i box e 60 mm x 20 mm per le petaca in cartone.

Il sigillo più piccolo non ha un numero seriale.

I sigilli sono fabbricati con carta autoadesiva di qualità migliore (due tipi di carta), micro-stampa, uno scudo ultravioletto nascosto (due tipi), con il sigillo della scatola recante un numero di serie univoco stampato con inchiostro rosso, che ha reazioni diverse alla luce UV. Attualmente ci sono diverse varianti conosciute di questo sigillo:

Tonalità di inchiostro verde più scura, stampata su carta bianca brillante, che offre un buon contrasto. Alla luce UV, sulla carta fluorescente, appare uno scudo di colore rosa-arancione mal definito e l’intero numero di serie appare di un rosso-nero molto scuro.

Tonalità di inchiostro verde più chiara stampata su carta bianca cremosa, che fornisce un aspetto meno distinto. Alla luce UV la carta non diventa fluorescente, appare uno scudo di colore giallo limone ben definito e l’intero numero di serie appare di un rosso-nero molto scuro.

Simile alla seconda, ma alla luce UV le lettere del numero di serie rimangono di un rosso-nero molto scuro e i numeri sono fortemente fluorescenti, di un rosso brillante.

L’immagine mostrata è una versione estremamente definita del sigillo.

Generalmente non è così.

La microstampa “SELLO DE GARANTIA REPUBLICA DE CUBA” (ripetuta) è presente in 2 posizioni: verso l’alto appena sopra il testo “Republica de Cuba” e vicino al fondo sotto il testo “torcidos y picadura”. Non è leggibile a occhio nudo e non è particolarmente chiara neanche sotto ingrandimento a causa del processo di stampa. Il numero seriale è composto da due lettere e sei numeri e la prima lettera del numero seriale deve corrispondere al seguente codice data casella; la seconda lettera sembra essere in qualche modo casuale.

Qualsiasi numero di serie sul sigillo di garanzia che inizia con XX o XY è stato aperto e ispezionato presso la struttura Habanos SA come parte del loro controllo di qualità e queste scatole possono avere un timbro “REVISADO” sulla base della scatola.

Sigillo di garanzia 2009 – fine 2010

Nel 2009 Habanos SA ha avviato l’introduzione di un sigillo con più funzioni di sicurezza. Il sigillo precedente, tuttavia, ha continuato ad essere utilizzato fino al 2011. Molte scatole sono state rilasciate con entrambi i sigilli, il nuovo sigillo sovrapposto al vecchio. Esistono due dimensioni di sigilli: 118 mm x 35 mm per i dress box, cabinet, ecc. e 58 mm x 20 mm per le scatole di cartone. Entrambi i nuovi sigilli incorporano un ologramma e il più grande ha un codice a barre e un numero seriale al posto del precedente numero di serie. Il sigillo più piccolo non ha codice a barre (o numero di serie). I numeri di serie sono univoci; non sono un codice prodotto (UPC o un codice EAN). Esistono quattro diversi formati di questo numero. La validità può essere verificata su: http://www.habanos.com/Sellos/cigar/VerificaSelloCajon I sigilli sono stampati su una carta sintetica che viene distrutta al momento della rimozione. Incorpora un sistema di protezione da scansione e fotocopie (presumibilmente microstampa). L’ologramma visualizza un testo bicolore

Sigillo di garanzia da fine 2010 ad oggi

Verso la fine del 2010 Habanos SA ha modificato il nuovo sigillo ologramma smussando gli angoli arrotondati, allargando il sigillo di circa 2 mm ed eliminando il bordo bianco adiacente all’ologramma.

Come i sigilli precedenti, è probabile che vengano trovate scatole post-datate con il sigillo di vecchio stile. La sovrapposizione dei tipi di sigillo è comune mentre i vecchi sigilli sono esauriti.

A partire dalla fine del 2011 il sigillo è stato rivisto per includere un numero seriale micro-stampato in vari punti del progetto.

Pre metà 2013

Post metà 2013

A metà 2013 è stato apportato un cambiamento agli ologrammi dei sigilli.

Il design di base rimane lo stesso, tuttavia, sul vecchio stile “Habanos” appare sfocato quando guardato dritto, mentre il logo Aqui è abbastanza chiaro.

Sui nuovi ologrammi, il testo “Habanos” è chiaro, mentre il logo Aqui appare sfocato.

Altri tipi di sigilli

Sigillo fiscale

Tra il 1939 e il 1976, i sigilli fiscali venivano applicati ai sigari venduti a Cuba da imprese non statali. Le imprese private che acquistavano sigari dal monopolio statale, per poterli vendere a Cuba dovevano pagare le tasse in anticipo acquistando questi francobolli dal governo cubano. Per evitare l’evasione fiscale, ogni sigaro venduto doveva mostrare una banda fiscale sotto l’anilla. Il motivo di questa imposta è stato attribuito ad un prestito di 35.000.000 pesos cubani che Cuba chiese agli Stati Uniti nel 1939 per risolvere le proprie difficoltà finanziarie. Il sigillo riporta la dicitura “Impuesto del Emprestito $35.000.000 decreto 3220 _ dic.26.1939 “.

All’epoca, il Peso cubano era ancorato al dollaro USA, pertanto l’importo del prestito corrisponde sia in dollari che in pesos. Il nome e l’indirizzo dell’azienda sono sovrastampati sul francobollo. L’uso di questi francobolli fiscali cessò nel 1976 quando Cuba dichiarò ufficialmente la fine del prestito.

Non molti cubani avevano il privilegio di vendere privatamente sigari all’interno di Cuba, pertanto questi francobolli sono estremamente rari.

Sigillo Centenario Partagás

Nel 1945, per commemorare il 100° Anniversario del brand Partagás, è stato creato un apposito bollino.

Comisión Nacional de Propaganda y Defensa del Tabaco Habano

Questa etichetta è stata creata dalla Comisión Nacional de Propaganda y Defensa del Tabaco Habano, per essere usata nella cubierta e nella vista dei boxes nel corso degli anni ’50.

Sigillo di transito

Il sigillo di transito è stato introdotto intorno al 2010. È un piccolo sigillo posto sulle scatole in fabbrica prima che vengano spedite in un magazzino centrale dove viene applicato il sigillo principale, che copre il sigillo di transito.

 

Nel 2014 il sigillo di transito è stato aggiornato con un nuovo design.

Sigillo di qualità

Il sigillo di qualità è posto su scatole ispezionate dal team di controllo presso il magazzino centrale. Normalmente viene posizionato sopra il sigillo di transito e successivamente viene coperto dal sigillo di garanzia quando questo viene applicato.

Ricorda un sigillo di garanzia miniaturizzato, con sopra il testo “CALIDAD HABANOS SA”. Calidad è la parola spagnola per qualità. Non è noto quando è stato introdotto questo sigillo.

Posizionamento dei sigilli

Fino al 2009, i sigilli erano normalmente situati sul lato sinistro del lato di apertura della scatola e posizionati in modo tale che la piega passasse attraverso il centro dello stemma. Se la scatola di sigari viene imballata all’interno di una ulteriore scatola di cartone, il sigillo di garanzia viene normalmente applicato solo sul cartone esterno.

I nuovi sigilli vengono anche posizionati con la piega attraverso il centro dello stemma, ma con il codice a barre mostrato nella parte anteriore della scatola, con conseguente fissaggio del sigillo al contrario dei precedenti. C’è un periodo di transizione tra il 2009 e il 2011, in cui sono stati apposti sia i sigilli nuovi che quelli vecchi.

Sigilli scatola

Habanos applica i propri sigilli prima che le scatole escano dalla fabbrica. Questo è in uso dal 1994, viene apposto nell’angolo in alto a destra della scatola e reagisce alla luce nera ultravioletta.

Sigillo applicato dal 1994 al 2004

Tipo 1 è un sigillo autoadesivo rettangolare (guarnizione 102mm x 20mm). Comprende un sigillo bianco con la linea e il fondo in oro a tutta lunghezza, l’emblema delle foglie e una seconda linea sottile in nero; la parola “Habanos” è in rosso, in rilievo e ha un’ombra gialla.

Sigillo applicato dal 2005 al 2008/2009

Il tipo 2 è un sigillo rettangolare autoadesivo. Comprende un sigillo bianco con una sola linea in oro su tutta la lunghezza superiore e inferiore, l’emblema della foglia e il testo “Denominación de Origen Protegida” in nero; la parola “Habanos” è in rilievo, rossa e ha un’ombra gialla. Esistono due dimensioni: 107 mm x 21 mm per le scatole, 60 mm x 20 mm per i piccoli pacchi.

Sigillo applicato dal 2008/2009 ad oggi

Il tipo 3 è praticamente identico al tipo 2 ma con l’aggiunta dell’abbreviazione DOP (per Denominazione di Origen Protegida). Questo sigillo venne lentamente introdotto di fabbrica in fabbrica in sostituzione dei sigilli più vecchi (Tipo 2) man mano che questi esaurivano.

Marchi a fuoco

Prima del settembre 1960 la fabbricazione delle scatole di sigari non era centralizzata, in quanto ogni fabbrica produceva autonomamente le scatole per le proprie produzioni. I seguenti marchi a fuoco, apparsi su scatole e humidor nel corso degli anni possono, insieme ad altri dettagli, essere utilizzati per datare le scatole.

Fine ‘800 – 1920 circa

Nel periodo indicato i boxes non avevano nessun timbro sul fondo. Alcuni boxes avevano altre indicazioni, tipo il colore della capa, ma nessun dettaglio per collocarli in un determinato periodo.

1920 circa – Settembre 1960

Nel corso di questi 40 anni si trovano molti timbri a fuoco o ad inchiostro, ma non è possibile attribuire una datazione esatta, a meno di non avere anche il sigillo di garanzia. Sulle prime scatole dove sono apparsi i primi marchi a fuoco o timbri a inchiostro, risalenti a questo periodo, furono stampate le parole “MADE IN HAVANA-CUBA.

Il testo “MADE IN HAVANA “, racchiuso in un doppio ovale, poteva essere lungo circa 58 mm o circa 67 mm.

I timbri a fianco riportano la dicitura in spagnolo. Potrebbero risalire anche al trentennio 1930-1960, ma al momento non ho trovato nessun documento a riprova di quanto scritto.

Settembre 1960 – 1962/1963 circa

All’inizio degli anni ’60, l’iscrizione fu ufficialmente cambiata in “HECHO EN CUBA”, quindi sparì il testo in inglese per far spazio alla dicitura in spagnolo, racchiusa in un doppio ovale. Il marchio a fuoco era lungo circa 67 mm.

1962/1963 circa – fine anni ‘60

Il marchio a fuoco è simile al precedente, ma è presente una sola linea ovale spessa.

Fine anni ’60 – 1972

Il marchio a fuoco è quasi identico al precedente, ma leggermente più corto di 1 mm. La barra centrale della “E” di Hecho è più lunga delle altre e arriva quasi a toccare la “C”.

Questo particolare è presente fin dalla prima apparizione del marchio e pertanto non è attribuibile all’usura.

Dal 1972 – 1978

Molto simile al precedente, ma misura circa 68 mm. Questo marchio a fuoco mostra l’eccessiva usura, particolare evincibile guardando il buco nella “A” di Cuba e i punti neri che appaiono nella “C” e “O” di Hecho.

1978 – 1980

Durante questo periodo veniva usato, per tutti i tipi di scatole, solamente il marchio a fuoco piccolo, lungo circa 58 mm, ossia circa 10 mm più corto dei precedenti.

1980 – 1982/1983 circa

In questo periodo fu reintrodotto il marchio a fuoco “grande” usato nel periodo 1972/1978. I caratteri sono più sottili. Questo marchio non ha mai mostrato segni di usura durante tutto il periodo in cui è stato utilizzato.

1982/1983 circa – marzo 1985

Il marchio a fuoco usato in questo periodo presentava una leggera variazione del precedente timbro. Le lettere e l’ovale sono più sottili.

Marzo 1985 – 1994

In abbinamento a questo nuovo marchio a fuoco Cubatabaco con la “foglia” che lo rappresenta, è apparso per la prima volta il timbro “cuño”. Il marchio del logo Cubatabaco è stato sostituito dal nuovo logo Habanos SA nel 1994.

1994 – ad oggi

Dal 1989, le scatole di sigari di alta qualità handmade long filler (Tripa Larga ) hanno l’iscrizione Totalmente a mano.

Box code

Codici dal 1985 al 1998

Codici 1999

A partire dal 1985, Cubatabaco ha iniziato ad applicare dei codici, al fine di identificare dove e quando è stata prodotta una determinata scatola di sigari. Questi codici si trovano tipicamente stampati sul fondo del box. Lo schema utilizzato per decifrare i codici si chiama NIVELACUSO, ed ogni lettera corrisponde ad un numero.

Dal Gennaio del 1999, e fino al mese di maggio dello stesso anno, è stato introdotto un nuovo codice per codificare i timbri presenti sul fondo dei box, chiamato NETAGIDOCU o anche CODIGUNETA.

Dal mese di maggio fino alla fine del 1999, sono stati immessi nuovi codici:

A partire dall’anno 2000, i codici posti sul retro del box riportano 5 lettere/numeri: MMMYY

Le prime tre lettere “MMM”, rappresentano il mese abbreviato, mentre i numeri “YY”, rappresentano l’anno di produzione.

Vitoline

All’interno di ogni scatola di sigari, Habanos S.A. inserisce una vitolina informativa sulla conservazione. Nel corso degli anni sono state apportate diverse modifiche al testo e al colore della cornice che lo racchiude.

L’informativa è riportata in quattro lingue: spagnolo, inglese, francese e tedesco.

Questa vitolina era all’interno di un box risalente al 1994, con il timbro a fuoco “Cubatabaco”. Si nota, al fondo, la dicitura “Puros Habanos” e, per quanto ne so, ad oggi non è facile reperirlo.

A seguire sono stati immessi all’interno dei boxes le vitoline replicate a fianco, che contengono un errore di spaziatura nel punto dove è indicata la temperatura.

Tra il 2005 ed il 2007 sono state apportate delle modifiche ai tagliandi. E’ stato risolto il problema della spaziatura e sono state apportate delle modifiche ai testi in tedesco ed in francese.

Nel 2012 è stata inserita in alto a destra una stampa “Habanos D.O.P.”, identica al sigillo che viene posto all’esterno dei boxes, sempre in alto a destra. Sono stati apportate delle modifiche anche ai testi ed al fondo è stato inserito “Habanos s.a. – HECHO EN CUBA- Totalmente a mano”, dicitura e logo identici al marchio al fuoco presente sul retro del box. In basso a destra è stato infine inserito il sito internet di Habanos s.a.

UTILIZZA I TASTI PER ACCEDERE ALLE PAGINE

CIGAR JOURNAL

CIGAR WRITING

CIGAR FRIENDS

CONTATTAMI

 

Corso Maroncelli, 32

TORINO • ITALY

+39 349 579 6761

© 2020 – 2021 NICOLADINUNZIO – Blogger e collezionismo – P. IVA 12416170012 – C.F. DNNNCL81M07E243O

Tessera Nazionale Ordine dei Giornalisti n°174530

Questo sito ha come unico scopo la diffusione e la cultura del fumo lento. Vuole rappresentare un punto di incontro per chi, fumatore adulto e consapevole, vuole condividere la cultura del collezionismo collegato al fumo, nel nome del piacere. Ricordiamo che, al di là di ogni valutazione personale, il fumo nuoce gravemente alla salute e l’accesso è vietato ai minori di 18 anni. Questo sito non ha fini commerciali. Nessun prodotto presente sul sito e sul blog collegato è acquistabile.

CREDITS